Solidaria: a Padova dal 24 al 30 settembre 2018 il volontariato contamina la città

Comunicato stampa
29 agosto 2018

 

A Padova dal 24 al 30 settembre 2018 il volontariato contamina la città

Contaminazione e cultura sono le due parole chiave di “SOLIDARIA – La città della solidarietà”, evento alla sua prima edizione che si svolgerà a Padova dal 24 al 30 settembre 2018.
Promossa dal Centro Servizio Volontariato provinciale di Padova in stretta collaborazione con il Comune, la rassegna vede il suo lancio non casualmente nel 2018, anno europeo del patrimonio culturale perché il CSV Padova ritiene che anche il volontariato sia un bene culturale da tutelare e che l’impegno sociale dei cittadini possa contaminare tutte le arti e contribuire allo sviluppo culturale del territorio.
Il format si rifà ai principali festival nazionali: seminari, spettacoli teatrali, laboratori, concerti, lectio magistralis, mostre, sviluppati in 8 giorni e diverse location dal centro storico alle periferie della città. Fortemente innovativo è il contenuto: ciascun ospite, tra questi molti di rilevanza nazionale e internazionale, porterà la sua interpretazione di impegno civile.
SOLIDARIA vuole infatti essere un modo nuovo d’interpretare il nostro spazio, il nostro agire, le nostre relazioni. Il teatro e la musica rappresentano un linguaggio creativo che ben esprime lo “slancio vitale” proprio di chi “si occupa di altro e dell’altro”; l’urbanistica e l’architettura costituiscono l’occasione per riflettere sull’opportunità di costruire spazi urbani a misura d’uomo e di relazione inter personale; lo sport come momento fondamentale d’integrazione e socializzazione; la cittadinanza attiva come quella modalità d’agire che ci consente di sentirci, nella prassi, responsabili l’uno dell’altro.
L’obiettivo generale è riportare Padova ad essere quell’innovativo laboratorio sociale che l’ha vista per anni protagonista del Terzo Settore.

Cinquanta appuntamenti che si snodano in 5 filoni tematici: cultura, ambiente e territorio, cittadinanza attiva, welfare 2.0 e comunicazione; oltre 100 ospiti, circa 40 associazioni coinvolte direttamente nella realizzazione di alcuni eventi ne fanno una manifestazione unica nel suo genere, non solo nel panorama locale.

L’apertura di SOLIDARIA lunedì 24 settembre è affidata ad un approfondimento sulla Carta costituzionale come fondamento dell’impegno civile, nei suoi 70 anni di vita e ad una serata dedicata alle storie straordinarie, nella loro quotidianità, di alcuni volontari padovani.
Si proseguirà martedì 25 settembre con una giornata di formazione per giornalisti sulle parole della cura, una riflessione sul futuro del Servizio Civile e un concerto unico di Stefano Bollani.
Mercoledì 26 settembre si festeggeranno i 20 anni dei Centri di Servizio per il volontariato in Italia, si discuterà delle modalità di gestione dei conflitti culturali per terminare la giornata con la testimonianza di Simone Moro, alpinista di fama internazionale.

Giovedì 27 settembre sport e giovani sarà il tema al centro di un momento dedicato ai ragazzi, mentre alle 21 Andrea Pennacchi e Francesca Sartore presenteranno in prima nazionale “Cena con l’Apocalisse” uno spettacolo teatrale sul cambiamento climatico con testo di Natalino Balasso e Andrea Pennacchi e musiche dal vivo dell’ensamble Tajaf pensato per SOLIDARIA.
Venerdì 28 settembre un focus sulle fondazioni e le imprese sociali aprirà la giornata che si concluderà con una lectio magistralis di Stefano Boeri, architetto che illustrerà come pensare città a misura di felicità.
Sabato 29 e domenica 30 settembre saranno interamente dedicati al volontariato con installazioni sul liston, un convegno con Vito Mancuso e la grande festa provinciale del volontariato in Prato della Valle, la piazza più grande d’Europa.
SOLIDARIA sarà arricchita da tre mostre fotografiche, una delle quali allestita sotto lo storico Salone tra piazza delle Erbe e piazza dei Frutti, e una mostra di pittura.

Significativo il coinvolgimento delle principali associazioni di categoria, degli ordini professionali e delle istituzioni locali, a conferma che con questo evento il volontariato entra di diritto nel cuore della città e si conferma valore fondante per gran parte dei padovani.

 

Dichiarazione di Emanuele Alecci presidente CSV Padova
Oggi realizziamo un salto di qualità. Abbiamo candidato la città a capitale europea del volontariato per il 2020 e contemporaneamente proponiamo una manifestazione che ha l’obiettivo di generare in tutta la città proposte, progetti, sperimentazioni e contaminazioni sociali.
Solidaria è un contenitore culturale simbolico, un network che ha messo insieme la grande rete di solidarietà del nostro territorio con l’obiettivo di ricucire i fili spezzati del nostro stare insieme per avviare e proporre una convivenza più solidale.
Una straordinaria opportunità per ridare alla città il giusto ruolo di guida e di laboratorio che si merita, in quanto da sempre abbiamo una tradizione multiculturale e una densità altissima di organizzazioni di volontariato.

Dichiarazione del sindaco Sergio Giordani

In un momento storico nel quale sembrano prevalere gli egoismi, Solidaria è un progetto di valorizzazione e promozione del volontariato che mette al centro l’impegno sociale dei cittadini per il bene di tutta la comunità. Trovo particolarmente indovinata la scelta di portare il concetto di volontariato e solidarietà al di fuori degli ambiti ai quali tradizionalmente li associamo.
Volontariato vuol dire impegno sociale, impegno civile, in ogni ambito della nostra comunità. Padova è orgogliosa di accogliere questa prima edizione di Solidaria, anche perché la nostra città ha una grande tradizione in questo campo, non solo per numero e qualità di realtà attive nel volontariato, ma anche come laboratorio sociale che ha capacità di innovare e inventare nuove frontiere per il Terzo Settore.
Non è un caso che Padova sia candidata a Capitale Europea del Volontariato 2020 e la stessa nascita di questa innovativa manifestazione è la dimostrazione concreta della capacità della nostra città di essere punto di riferimento a livello internazionale per il volontariato.

L’evento è realizzato con il contributo di:
Fondazione Antonveneta
Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo
BPM – Banca Popolare di Milano
Cavarretta Assicurazioni S.r.L. – Società Cattolica di Assicurazioni

In collaborazione con:
Amesci – Ass. per la promozione del Servizio Civile
Università degli Studi di Padova – Ufficio Public Engagement
APPE Padova
Chiesa di Padova
Comune di Piove di Sacco
CSEV – Coordinamento enti e volontari SCN del Veneto
Consorzio il Salone
Forum Nazionale Servizio Civile
Ordine degli Architetti di Padova
Ordine degli Avvocati di Padova
Ordine dei Giornalisti del Veneto
Rappresentanza nazionale volontari Servizio Civile
Pontificia Basilica di sant’Antonio di Padova
Libreria Pangea
Libreria Zabarella
Liceo Maria Ausiliatrice

Associazioni coinvolte:
Abracalam; AES-CCC organismo di cooperazione internazionale; Amici dei Popoli; Amici di San Camillo; Amissi del Piovego; Anteas provinciale di Padova; Arcella Ground; Auser Vigodarzere; A.V.O. Padova; Canottieri Padova; Caritas Padova; CEAV – Cancro e Assistenza Volontaria; Cilla; Circolo Noi di San Bellino; Cooperativa il Sestante; Coordinamento giornata in memoria vittime immigrazione; Corti a Ponte; Enetikè; Fenice Green Energy park; Mo.V.I. Veneto; Fantalica; Il Barrito; Mi Leggi; Padova è; Piazza Gasparotto, Società San Vincenzo de’ Paoli; Telefono Amico; Volontà di Vivere – Noi e il cancro; V.A.d.A. – Volontari Amici degli Anziani; Ya Basta; Xena Centro Scambi e dinamiche Interculturali.

Con il patrocinio di:
Alto Patronato del Presidente della Repubblica (richiesto)
Presidenza del Consiglio dei Ministri (richiesto)
Regione Veneto
Ulss 6 Euganea
Provincia di Padova
Università degli Studi di Padova
Ascom Padova
Camera di Commercio di Padova
CIA – Agricoltori Italiani
Cittadinanzativa
ConVol
Fondazione Lanza
Fondazione Zancan
CSVnet
Forum del Terzo Settore
CAI Padova

Partner tecnici:
Scuola di Musica Gershwin
Magis spa
Deafety Project Associazione di Promozione Sociale

Media partner:
Corriere della Sera – Buone Notizie
Redattore Sociale
Il Mattino di Padova
La Difesa del Popolo
Radio Bue
Il Bo live